Spedizioni gratuite per ordini a partire da € 39,90 - CLICCA QUI PER ULTERIORI INFO.
I nostri consigli
media
21 mar 2024

Emorroidi e ragadi anali: qual è la differenza e i migliori rimedi

Le emorroidi e le ragadi anali sono due disturbi comuni che coinvolgono l'area anale e possono causare dolore, prurito e sanguinamento. Sebbene entrambe possano provocare disagio significativo, sono condizioni distinte con cause, sintomi e trattamenti diversi.

Emorroidi

Le emorroidi sono vene dilatate nell'area rettale o anale. Possono svilupparsi internamente, all'interno del retto, o esternamente, sotto la pelle intorno all'ano. Le emorroidi interne possono causare sanguinamento rettale durante l'evacuazione, mentre le emorroidi esterne possono provocare dolore e prurito intorno all'ano. Le cause delle emorroidi includono costipazione cronica, sforzo durante l'evacuazione, gravidanza, obesità, eccesso di peso e predisposizione genetica.

Ragadi Anali

Le ragadi anali sono piccole ferite o screpolature nella pelle dell'ano. Possono svilupparsi a causa di movimenti intestinali difficili o eccessivamente duri, costipazione cronica, diarrea, sforzo durante l'evacuazione, trauma anale (come il parto) e secchezza delle feci. Le ragadi anali sono spesso associate a dolore acuto durante o dopo l'evacuazione, sanguinamento e prurito anale.

Una delle principali differenze tra le emorroidi e le ragadi anali è la loro localizzazione e la natura delle lesioni coinvolte. Le emorroidi coinvolgono le vene all'interno o intorno all'ano, mentre le ragadi anali coinvolgono ferite o screpolature nella pelle dell'ano. Inoltre, le emorroidi sono spesso associate a sanguinamento rettale e possono manifestarsi con un rigonfiamento o una protuberanza attorno all'ano, mentre le ragadi anali sono caratterizzate da dolore acuto durante o dopo l'evacuazione e da piccole ferite visibili.

Per alleviare i sintomi delle emorroidi e delle ragadi anali e favorire la guarigione, esistono diversi rimedi e trattamenti disponibili:

  1. Idratazione e dieta ricca di fibre: Bere molta acqua e consumare una dieta ricca di fibre può aiutare a prevenire la costipazione e ridurre il rischio di crisi emorroidarie e la comparsa di ragadi anali.
  2. Sedute tiepide: Fare bagni caldi o sedute tiepide nell'acqua può aiutare a ridurre il dolore e l'infiammazione associate alle emorroidi e alle ragadi anali.
  3. Creme e unguenti: Applicare creme o unguenti a base di idrocortisone o lidocaina può aiutare ad alleviare il prurito e il dolore associati a entrambe le condizioni.
  4. Sali da bagno: I sali da bagno possono essere aggiunti all'acqua dei bagni caldi per aiutare a ridurre il dolore e l'infiammazione.
  5. Trattamenti medici: In alcuni casi, potrebbe essere necessario un trattamento medico più aggressivo, come l'iniezione di una soluzione sclerosante nelle emorroidi o la chirurgia per rimuovere le emorroidi o riparare le ragadi anali persistenti.

Per alleviare i sintomi e favorire la guarigione, è importante consultare un medico per una valutazione accurata e un piano di trattamento appropriato. Con una corretta gestione e cure adeguate, è possibile ottenere sollievo dai sintomi e prevenire recidive in futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo E-Mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Ho letto ed accetto la Privacy e Cookie